Valle Sacra

La Valle Sacra deve il suo nome alla presenza di numerosi edifici di culto ed è composta da sei centri principali.

Il progetto Colibrì in Valle Sacra è stato sostenuto da Compagnia di San Paolo nell’ambito dei progetti con impatto sociale. Un particolare aspetto di questo progetto è stato svolto in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino per lo sviluppo di nuove imprenditorie sul territorio.

La Rete è intervenuta su un territorio che ha già preso in considerazione un programma amministrativo e politico di lavoro sulle nuove cittadinanze e sulle fasce deboli della popolazione. Questo comporta, da parte delle amministrazioni e dei cittadini intorno ad essa, una visione plurale di società comunitaria e non solo un fenomeno passeggero. È interessante come la strada intrapresa nella Valle Sacra ha portato in luce, oltre a nuove problematiche sull’accoglienza, lo sviluppo di competenze che oggi sono richieste sull'intero territorio italiano per gestire, coordinare e immaginare azioni virtuose di accoglienza, integrazione e multi identità. Il progetto si è sviluppato nella realizzazione della mappatura operata tramite il Portale dei Saperi. L’incontro con le amministrazioni dei comuni di Colleretto Castelnuovo, Borgiallo e Chiesanuova ha permesso di entrare in contatto con il territorio per incontrare sia le forze produttive che il terzo settore, e soprattutto gli Sprar presenti sui due comuni.

Lo studio del territorio si è sviluppato grazie alla presenza di mediatori che ha permesso una mappatura dei saperi e del tessuto produttivo che è entrata a far parte del Portale dei Saperi. La Camera di Commercio di Torino ha utilizzato le narrazioni e i dati emersi dal Portale dei Saperi per iniziare un percorso di accompagnamento allo sviluppo di nuove imprenditorie, sia tra i giovani della valle che tra gli ospiti dello Sprar.

Logo Rete Italiana di Cultura Popolare

Il sito utilizza cookie tecnici e analitici anonimi e di terze parti. Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.